Enfilade

Exhibition | Bread and Wine

Posted in books, catalogues, exhibitions by Editor on June 5, 2015

From the exhibition press release:

Bread and Wine: Traces of the Eucharist Mystery, 16th–18th Centuries
Pane e vino: Tracce del mistero eucaristico nella pittura a Como dal XVI al XVIII secolo
Cathedral of Como, 9 May — 31 October 2015

Curated by Eu­ge­nia Bian­chi and An­drea Straffi

Locandina-mostra-Pane-e-vinoLa mostra Pane e vino: Tracce del Mistero eucaristico nella pittura a Como dal XVI al XVIII secolo, visitabile dal 9 maggio al 31 ottobre 2015 presso la cattedrale di Como, è uno dei fulcri del progetto Pane e vin non ci mancava: Uomini e merci in movimento tra campi, botteghe e chiese nel Comasco, promosso dal Centro studi ‘Nicolò Rusca’ in occasione di EXPO 2015. Con un allestimento appositamente ideato per gli spazi della cattedrale e un ricco apparato di testi e immagini, vengono illustrate trenta opere—tra dipinti e affreschi dal XVI al XVIII secolo—scelte all’interno del patrimonio artistico comasco per il loro contenuto esplicitamente eucaristico o per la presenza di segni e simboli che rimandano a quel Mistero. La tematica dominante della mostra è infatti l’Eucaristia, come si trova rappresentata o evocata nei dipinti che arricchiscono le chiese di Como e della sua provincia, a memoria di un popolo di fedeli desiderosi di abbellire e impreziosire i propri luoghi di culto con immagini di profondo significato teologico.

Non si tratta però di una mostra esclusivamente iconografica. Il valore aggiunto di questa iniziativa è offerto dai risultati delle ricerche storico-artistiche, che hanno permesso di aggiornare lo stato delle conoscenze su opere già note e di recuperare dall’oblio opere mai valorizzate e collocate spesso in contesti defilati rispetto ai più tradizionali circuiti turistici. Del Gonfalone di sant’Abbondio, realizzato da Morazzone per la confraternita del Santissimo Sacramento in cattedrale, si è trovata, ad esempio, la fonte iconografica (il testo di Nicola Laghi, I Miracoli del Santissimo Sacramento, Venezia 1597); nell’oratorio della Madonna Nera di Einsiedeln a Rogaro di Tremezzo si è scoperta una coppia di tele del valsesiano Giuseppe Antonio Pianca, artista originalissimo nel contesto barocchetto lombardo, di cui finora non si conosceva alcuna opera comasca; il San Carlo Borromeo comunica gli appestati della parrocchiale di San Gerardo a Olgiate Comasco dà invece un volto a Ludovico Mascarone, pittore probabilmente milanese noto solo a livello documentario. Ancora, è emersa a Bregnano una tela di Francesco Innocenzo Torriani e trova un’attribuzione più verosimile il ciclo con le Storie di san Rocco della chiesa di San Giacomo a Livo, da riferire al solo Ambrogio Arcimboldi e alla sua bottega.

La mostra non vuol essere un’iniziativa fine a sé stessa. Piuttosto è un caloroso invito a percorrere un ‘viaggio’ nei luoghi indicati, per prendere visione delle opere nel loro contesto, così da “toccare con mano” quell’imprescindibile rapporto, tra manufatto e luogo sacro, che va inevitabilmente a perdersi quando la fruizione avviene in un museo. Solo in questo modo prende effettivo risalto quell’hic et nunc che è insito nel ‘visibile parlare’ adottato dalla Chiesa nella sua storia millenaria al fine di diffondere e rendere comprensibile a tutti le verità del Vangelo.

Contestualmente alla mostra e per tutta la sua durata, sarà possibile visitare la Sacrestia dei Mansionari, eccezionalmente aperta per l’occasione. Sotto il suggestivo affresco con l’Incoronazione della Madonna di Morazzone e circondati da alcuni dipinti della collezione donata nel 1683 alla cattedrale di Como dal nobile comasco Giacomo Gallio, verranno esposte alcune antiche suppellettili legate alla liturgia eucaristica (calici, ostensori, pissidi, ecc. dal XVI al XIX secolo) e documenti della Confraternita del Santissimo Sacramento esistente in cattedrale.

◊  ◊  ◊  ◊  ◊

The catalogue is available from artbooks.com:

Eugenia Bianchi and Andrea Straffi, Pane e Vino: Tracce del Mistero eucaristico nella pittura a Como dal XVI al XVIII secolo (Milan: Silvana: 2015), 144 pages, ISBN: 978-8836631339, $45.

136153Il catalogo della mostra Pane e vino: Tracce del mistero eucaristico nella pittura a Como dal XVI al XVIII secolo è dedicato a trenta opere—tra dipinti e affreschi dal XVI al XVIII secolo—scelte all’interno del patrimonio artistico comasco per il loro contenuto esplicitamente eucaristico o per la presenza di segni e simboli che rimandano a quel mistero. Il filo conduttore del volume è infatti l’eucarestia, come si trova rappresentata o evocata nei dipinti che arricchiscono le chiese di Como e della sua provincia, a memoria di un popolo di fedeli desiderosi di abbellire e impreziosire i propri luoghi di culto con immagini ricche di significato teologico.

Call for Submissions | British Art Studies, Issue 2

Posted in Calls for Papers by Editor on June 5, 2015

bas1-1

◊  ◊  ◊  ◊  ◊

British Art Studies, Issue 2 (April 2016)
Papers are due by 1 September 2015

We are currently soliciting submissions of articles for our second issue, which is due for publication in April 2016.

British Art Studies is an online journal published by the Paul Mellon Centre for Studies in British Art, London, and the Yale Center for British Art, New Haven. Launching in the autumn of 2015, the journal will provide an innovative space for new research and scholarship of the highest quality on all aspects of British art. The digital format of the journal offers new opportunities for displaying images alongside text and multimedia content. The editors are open to proposals and ideas from authors to develop innovative and visually stimulating ways to publish art-historical scholarship online.

British Art Studies, which is peer reviewed, encourages submissions on British art, architecture, and visual culture from all periods in their most diverse and international contexts. The journal will reflect the dynamic and broad ranging research cultures of the Paul Mellon Centre and the Yale Center for British Art, as well as the wider field of studies in British art and architecture today.

How to submit an article: Texts of between 5000 and 8000 words in length (although the editors are willing to discuss shorter and longer formats) should be submitted via email in a Word document, together with a document containing low resolution accompanying images (where possible), and a list of proposed images and sources, as outlined in our style guide, available online. The final number of figures and the process of sourcing and commissioning media for articles accepted for publication will be discussed with authors on an individual basis, but we recommend between 5 and 10. British Art Studies will endeavour to meet all reasonable costs and deal with copyright issues for illustrative materials essential to the argument of published text.

How to submit proposals for other formats: proposals are also welcomed for content which presents art-historical scholarship in innovative and dynamic ways using the online format of British Art Studies. Proposals outlining your ideas, use of images and/or multi-media content are encouraged by the Editorial Group.

Deadline for the submission of articles and proposal to be considered for the second issue: 1st September 2015. Contact Hana Leaper (journal@paul-mellon-centre.ac.uk) with any questions or to discuss a potential submission to the journal.

Hermione Voyage 2015

Posted in anniversaries, the 18th century in the news by Editor on June 5, 2015

1424436778-1816621319

◊  ◊  ◊  ◊  ◊

From the Hermione Voyage 2015 website:

Twenty years ago, a small group dreamed of reconstructing an exact replica of General Lafayette’s 18th-century ship called the Hermione. Today, the majestic vessel is the largest and most authentically built Tall Ship in the last 150 years. The Hermione has set sail in France, launching an adventure that comes to the USA in the summer of 2015 for an unprecedented voyage.

In April 2015, after a period of sea trials and training in 2014, the Hermione set sail for the USA. The journey started from the mouth of the River Charente, in Port des Barques, where Lafayette boarded on March 10th, 1780. The transatlantic crossing was expected to take 27 days in total, before making landfall at Yorktown, Virginia.

As the Hermione moves up the Eastern seaboard, it will be accompanied by a range of pier side activities. These include in some ports a traveling exhibition and a heritage village that will be accessible to the public. The Hermione Voyage 2015 is part of an expansive outreach program with cultural events, exhibitions, and educational programs that celebrate the trip and mark its progress. A robust digital activation for the voyage expands the reach of the project to millions of people.